E ancora…Praga

Tanto per cominciare non potete non vedere Praga! E’ una città meravigliosa, vi permette di sognare, di amare, di provare tutte le emozioni del mondo in pochi giorni. Non spaventatevi se non avete un accompagnatore, proverete tutto questo in ogni caso. Rimarrete incantati dalla sua bellezza e semplicità.

Ed ora ecco i miei piccoli consigli:

Non andate dal baracchino in piazza della Città Vecchia a prendere panino e prosciutto di Praga o se proprio volete andarci state attenti a dirgli quanto ne volete o lo mangerete per tutto il soggiorno;

La città è seriamente visitabile a piedi, non fate abbonamenti strani, semmai userete i mezzi per arrivare al Petrin;

Non sono andata al Museo Nazionale Ceco ma in mia difesa posso dire che, quando due turisti ti bloccano all’entrata dicendo che è solo uno spreco di soldi e te lo dicono con molta convinzione, la voglia di scoprirlo non ti assale;

Andate a Piazza della Città Vecchia di sera, gli artisti di strada vi stupiranno e vi emozioneranno parecchio, se poi siete dei romanticoni è perfetto. Andateci anche allo scoccare di ogni ora se volete vedere l’orologio astronomico in movimento (particolare, ma non eccezionale);

Se siete appassionati di musica non perdetevi il museo della musica, molto carino ed interattivo;

Mangiate il Gulasch, davvero, non fate gli schizzinosi;

Fatevi un bel giro, con calma, al Castello di Praga comprensivo di Cattedrale (attenzione a non perdere il biglietto, per esperienza personale posso dirvi non è una grande mossa dato che vi servirà per accedere ad alcune strutture), Basilica di San Giorgio, Vicolo D’Oro, i giardini…;

Non andate via senza aver visto Petrin, se riuscite al tramonto (è una mini Tour Effeil), con annesso labirinto degli specchi (piccolo ma divertente, potrete trasformarvi in un attimo in mini super saiyan);

Il quartiere ebraico: emotivamente impegnativo, credo che sia la descrizione più adatta, per quanto mi riguarda. Proprio per questo è una tappa obbligatoria, d’altronde il passato non si può cancellare, ci può solo aiutare ad essere migliori;

Se avete tempo non perdetevi il Klementinum con il sestante di Keplero, la meravigliosa biblioteca e la vista mozzafiato dalla cupola. E’ una visita breve, circa un’ora se non ricordo male, ma secondo me è una chicca da non perdere;

Quasi dimenticavo Ponte Carlo. Il consiglio è di alloggiare nel quartiere Mala Strana, è un po’ più caro ma se cercate bene trovate sicuramente posti molto economici e vi permetterà di attraversare il ponte ogni volta che vorrete arrivare al centro, il che è una fortuna perché sicuramente lo attraverserete anche la mattina presto quando ci saranno pochi turisti;

Anche Piazza Venceslao è imperdibile, caratteristica e ricca. Se volete dare un occhio alla statua equestre rovesciata nella galleria Lucerna non andate con aspettative troppo alte, la zona è un po’ abbandonata;

Altra chicca della città è l’isola di Kampa, una gigantesca area relax all’estremità della città, con i suoi canali, il mulino, e il famoso, più o meno, muro di John Lennon.

Non dimenticatevi di mangiare anche il trdlo (impronunciabile) e la spirale di patatine fritte, la mia preferita! E camminate, camminate, osservate gli artisti su Ponte Carlo e in Piazza Vecchia, vivetela di sera, ogni sera. E godetevi la birra (a me non piace ma il mio accompagnatore ha apprezzato) che ha un prezzo imbarazzante, quasi la metà di quello dell’acqua.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...