Eppure…Londra

Eppure…voglio iniziare già con una contraddizione. Si, perché qualche banale consiglio ve lo devo assolutamente dare, così mi rinfresco anch’io la memoria. Potremmo intitolare questo articolo con:

COSA FARE E COSA NON FARE A:

Londra:

Harrods è tappa obbligatoria ma non aspettatevi di poter acquistare qualcosa se non siete sceicchi (se non al reparto souvenir, lì potrete sbizzarrirvi).

Se avete tempo lasciate perdere la metropolitana e usate i bus, vi consentono di gustarvi Londra, ma attenzione al traffico ovviamente. Potete anche usare le gambe, vi sembrerà impossibile ma vi faranno raggiungere (quasi) ogni angolo della città;

Se volete visitare il British Museum, prendetevi una buona mezza giornata. Il museo è immenso, e se volete qualche cosa un po’ particolare non perdetevi la sala degli orologi.

Magnifico è il Natural Hisory Museum, anche qui vi servirà parecchio tempo, attenzione perchè alcune ale chiudono piuttosto presto.

Non dimenticatevi di dare da mangiare ai piccioni a St. Paul’s Cathedral (Mary Poppins ringrazia);

Dall’alto del mio poco interesse culturale devo assolutamente consigliarvi Sherlock Holmes’ House, non scherziamo, è un capolavoro;

Westminster e il Big Ben? Ho pianto. Mannaggia a me! Segno però che anche l’uomo è in grado di farmi emozionare e credetemi..non è facile.

Fate assolutamente tutti i parchi, nessuno escluso, dal più vicino al più lontano, e girateli per bene (non vorrete perdervi la statua di Peter Pan a Kensington Gardens o gli innumerevoli scoiattoli).

Piccola nota sul cambio della guardia. Ci sono diversi punti in cui è bello fermarsi ad osservare le varie parate ma se andate da una parte non è detto che poi riusciate ad arrivare dall’altro in quanto bloccano i passaggi con le transenne (il mio consiglio comunque è di non perdere la banda a Wellington Barrack).

La Banca d’Inghilterra è molto interattiva, una chicca, ma non pensiate di poterla vedere nello splendore che ha in Mary Poppins.

Andate assolutamente al Tower of London e prendete assolutamente la guida. Se trovate la nostra inizierete a ridere quando si presenta e non finirete fino a quando non tornerete a casa, in Italia.

Non perdetevi “The Lion King” o un qualsiasi altro spettacolo in un teatro di Londra. Prima di tutto sarete originali e, se scegliete come noi, vi riempirete occhi, orecchie e cuore;

Camdem Town è d’obbligo, un angolo di Londra meno famoso ma sicuramente caratteristico, a volte anche un po’ assurdo con le sue insegne in 3D.

Sono solo alcuni dei posti che ho visto e che mi hanno lasciato qualcosa, ognuno di essi è stato particolare nei miei due viaggi per cui ho deciso di parlarvene ma il mio consiglio è di camminare, camminare e camminare, vedrete sicuramente di più e non sarà una perdita di tempo.

So che sono piccoli suggerimenti e la maggior parte banali ma forse chi ha già fatto queste esperienze, leggendo questo articolo, sorriderà come la sottoscritta quando l’ha scritto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...